Need Help? Chat with us

La sindrome delle apnee notturne è un disturbo relativamente comune, in cui la respirazione del paziente si interrompe una o più volte, oppure rallenta eccessivamente, durante il sonno.

Le pause possono durare da pochi secondi ad alcuni minuti, fino ad essere anche più di 30 in un’ora. Di solito la respirazione riprende normalmente, in alcuni casi accompagnata da un sonoro russare.

L’apnea nel sonno è di norma una patologia cronica (continua) che disturba il sonno e quando la respirazione si interrompe o rallenta spesso il paziente passa dal sonno profondo a un sonno più leggero; per questa ragione la qualità del sonno è molto scarsa e il paziente interessato è spesso eccessivamente stanco durante il giorno.

L’apnea nel sonno è una delle cause più frequenti dell’eccessiva sonnolenza diurna. È un disturbo sotto-diagnosticato, perché spesso non è possibile inquadrarla attraverso la sola visita medica e non esistono esami del sangue utili per diagnosticarlo.